La musica come linguaggio comune, che scavalca ogni lingua parlata.
L’incontro con la percussionista iraniana Negar Ezazi per un concerto a Venezia assieme al santur di Fuad Ahmadvand.
Nel backstage un’improvvisazione catturata per pochi istanti.

La bellezza di non sapere dove può portarti quel pezzo.

Pin It on Pinterest