Complimenti! Scansionando il QR-code sei arrivato in questa pagina, dedicata proprio a te.
Noterai infatti che attraverso il mio sito non vi si può accedere pertanto la non divulgazione di questo indirizzo URL è cosa ben gradita.

Ho voluto creare questo capitolo per raccontare meglio il CD “Al Buio” pezzo per pezzo.

Tracklist e dettagli
  1. Autunno: nato qualche anno fa, dopo un bellissimo giro in Vespa lungo la Val d’Arzino, che si apre appena superato l’abitato di Anduins (PN) oppure scendendo da nord dalla Sella Chianzutan. Colpito e meravigliato dai colori incredibili di quella giornata di sole scrissi letteralmente di getto questo pezzo;
  2. Preludio: ispirato ad un tipico preludio medio-orientale, con qualche punta d’occidente, prepara in maniera quasi severa, il terreno per la più morbida Danza di Fuga;
  3. Danza di Fuga: l’arrangiamento del brano armeno “Hej Par” è un divertimento con scansione ritmica vicina all’Iran. Un sincopato in 3/4 suonato “in 2”;
  4. Deserto: ispirato a “Rastanak”, lo ritengo l’elogio del semplice. Poche note, molto lente, essenziali;
  5. Vita Morte: la descrizione in musica della vita dell’uomo, dalla sua nascita, all’infanzia, la crescita, la maturità, la vecchiaia e infine la morte. Tutto questo all’incontrario e in senso ciclico: come inizia così finisce, esattamente come fa l’uomo;
  6. Requiem per un Noce:
    13 Luglio 2016, alba.
    Vento, che ti costava soffiare un poco di meno, sicchè un noce non dovesse chinarsi alla tua potenza?
    Per lasciare poco dopo spazio al ciel sereno, ignaro di un albero posatosi al suolo in silenzio, umile fino alla sua fine.
    Lo vidi adagiarsi come un vecchio che sa come si muore.
    Non vi sarà più la vedetta de la civetta che ogni sera, sinistra, potevi sentire.
    Non vi sarà più la buona grappa al nocino, che avrebbe scaldato le risate davanti al fuoco nè l’amaro caffè bevuto alla tua salute, sotto la tua ombra.
  7. Primavera: un’altra descrizione. Questa volta è per la stagione più colorata. Il turbinio dei fiori, la rinascita della vita, l’esplosione dei profumi;
  8. Improvvisazione: niente di più, niente di meno. Una fortunata improvvisazione che per fortuna ho registrato. Dove? Dentro la montagna, in Friuli. Un po’ vago forse, ma chi di voi non custodirebbe gelosamente il segreto d’un luogo magico?
  9. Al Buio: pezzo da ascoltare al buio. Dedicatevi solo a lui. Al suo infinito, al suo scorrere silente del tempo.

Pin It on Pinterest